Prossimi eventi

La Parrocchia,
una porta aperta sulla piazza:
si entra per adorare Dio
si esce per amare e servire i fratelli.

riga

riga

Milano 4 aprile 2020

Celebriamo insieme la Pasqua del Signore.

 

L’ottimismo cristiano non è un generico #tuttoandràbene.

Noi sappiamo che se anche non tutto andrà bene, come di fatto già sta accadendo, la nostra vita è custodita da Dio e nulla potrà rapirla dalla Sua mano.
E' un ottimismo che trova le sue radici nella Pasqua di Gesù di Nazareth, il Cristo che svela al mondo l’infinita tenerezza di Dio ed il suo amore appassionato per l’uomo. Un amore che nemmeno la morte riesce a recidere.
E' ciò che noi chiamiamo speranza cristiana.
Guardiamo al futuro con fiducia non perché sappiamo di essere forti e preparati, abbiamo capito che non lo siamo, ma perché siamo certi che Dio non lascerà che ci perdiamo.
Per questo celebriamo la Pasqua. Celebriamo il Suo amore, che assume il volto del Suo figlio rispecchiato nell’acqua del catino; celebriamo il Suo essere irrevocabilmente dalla nostra parte, inchiodato al legno della croce; celebriamo il sepolcro vuoto nel quale intuiamo il sapore di eternità della vita in Dio che già assaporiamo.
Arriviamo a Pasqua provati e anche questa celebrazione avviene nella dispersione.
Dio però non si stanca di educare il suo popolo e di accompagnarlo anche nel tempo della fatica.
Celebriamo insieme la Pasqua ma senza ritrovarci, ciascuno con la propria famiglia.
Il Card. Martini ha avuto modo di scrivere durante il suo ritiro a Gerusalemme: "Voglio riferirmi ancora all'esperienza del popolo ebraico, quella che quotidianamente vado facendo in Israele, dove per trasmettere la fede non ci sono catechismo, catechisti, e nemmeno ore di religione. Come viene allora trasmessa la fede? In famiglia, non attraverso delle definizioni astratte, fatte imparare a memoria, ma attraverso la celebrazione delle varie feste”.
Quante volte abbiamo parlato della famiglia come ‘chiesa domestica’, come ‘piccola chiesa’ senza forse afferrare pienamente il senso o la pertinenza di queste espressioni. La struggente nostalgia di comunità e l’attesa di poter celebrare l’Eucaristia insieme ci faccia riscoprire la bellezza del vivere la trasmissione della fede in famiglia, del pregare insieme la sera, del rendere ragione ai figli di ciò che si sta vivendo, del prepararci alla festa con l’abito bello, la casa in ordine, il pranzo della festa, il cuore nuovo…

Celebriamo insieme la Pasqua del Signore.

 

don Claudio



      cliccando sul presente link

     

La potenza della sua RESURREZIONE è il messaggio di  speranza per questa   Pasqua che l'Arcivescovo rivolge alla Diocesi
     

La chiesa rimane aperta, secondo gli orari consueti, garantendo tutte le

      misure necessarie previste ad evitare assembramenti e contatti tra le persone

 

riga

 

on line i Foglietti delle Messe

Ancora Editrice, per far fronte all’emergenza che ha provocato la sospensione delle celebrazioni, mette on line sul proprio sito i Foglietti delle Messe domenicali.

A questa pagina i Pdf, disponibili gratuitamente per tutti i fedeli.

 

riga

VEDI TUTTO

riga

top